ANTONIA POZZI E LA POESIA

Antonia Pozzi è una delle maggiori poetesse italiane. Nella sua breve esistenza ebbe modo di comporre un vasto numero di versi che costituiscono un dono inestimabile per la letteratura contemporanea. Il percorso dell’autrice non venne mai riconosciuto in vita. A oggi, invece, è oggetto di una riscoperta sul piano internazionale. LA VITA Antonia Pozzi nasce a Milano nel febbraio del 1912. I genitori provengono da classi sociali molto diverse fra loro: il padre, Roberto, è un avvocato noto nell’ambiente milanese e discende da un’umile famiglia; la madre, invece, è la… Continua a leggere

Video interviste del Sileno: giovedì 11 giugno 2020 doppio appuntamento

Prosegue a pieno ritmo il calendario delle video interviste siglate “Rivista divulgativa Il Sileno” che vedrà per giovedì 11 giugno un doppio appuntamento:  Alle ore 19:00 live su Instagram (@rivistailsileno) con il cantautore calabrese Aldo Mazzei che parlerà del suo nuovo singolo intitolato “Re Artù“. «Da sempre voglio essere portatore sano di positività. Essere Re della propria vita – dichiara l’artista – e non dipendere da nessuno penso sia la forma di libertà più bella al mondo. Molte persone restano incatenate non riuscendo a dare una svolta alla propria vita per… Continua a leggere

Sylvia Plath e “La campana di vetro”

“La campana di vetro” è l’unico romanzo di Sylvia Plath. Fu pubblicato nel 1963 in Inghilterra e, inizialmente, venne accolto con un tiepido consenso dalla critica. Sebbene la sua fama sia essenzialmente legata a un’indiscutibile abilità poetica, a oggi, il manoscritto risulta essere un testo essenziale per la letteratura contemporanea, fondamentale per comprendere, nella sua pienezza, l’animo fragile e sensibile dell’autrice. LA VITA Sylvia Plath nasce il 27 ottobre 1932 a Jamaica Plain da genitori europei. Il padre, Otto, è di origini tedesche, insegna biologia alla Boston University. La madre,… Continua a leggere

Sul modernismo italiano / On Italian Modernism

Area tematica: Critica letteraria Abstract – L’articolo illustra la validità della categoria del modernismo, recentemente conquistata anche nella teoria e nella critica della letteratura italiana, prima tracciandone una breve storia, dopo individuandone alcuni fondamenti e raccontandone alcuni autori, sul versante della poesia e della prosa. Parole chiave: modernismo – modernismo letterario – letteratura italiana – critica letteraria – teoria della letteratura – storia della letteratura   Abstract – This paper aims to describe the worth of Modernism category, recently mastered in Italian literary theory and criticism, on the one hand… Continua a leggere

#leggiperme: regala la tua voce all’Unione Italiana Ciechi

UICI (Unione Italiana Ciechi e Degli Ipovedenti) è un’associazione fondata nel 1920 a Genova da Aurelio Nicolodi, ufficiale che durante la prima guerra mondiale ha perso la vista proprio a causa del conflitto. La voce come la memoria degli odori e il tatto hanno una forza rievocativa potente, per chi non vede, i tre sensi sono fondamentali per poter di interagire con il mondo. In questo momento storico per i non vedenti è fondamentale sentirsi vicino agli altri anche solo con la voce. Abituati ad avvicinarsi alle persone e interagire… Continua a leggere

Emma Bovary: donna comune con sogni proibiti

“Oltraggio alla morale pubblica e religiosa e ai buoni costumi”. Questa è la sigla che contraddistinse l’accusa mossa allo scrittore francese Gustave Flaubert, per aver pubblicato nel 1857 il celebre romanzo intitolato Madame Bovary. Accusa pesante, dunque, e infamante, per il nostro amato autore, il quale, tuttavia, riuscì a farsi assolvere, anche grazie all’aiuto dell’avvocato Sénard, affermando che il romanzo non rappresentava solamente il resoconto di un adulterio ma, soprattutto, la spiegazione delle conseguenze a cui poteva condurre una sbagliata educazione e una errata formazione culturale. Il suo avvocato, inoltre,… Continua a leggere

“L’Altra Verità” di Alda Merini | Recensione

“L’Altra Verità. Diario di una diversa” è la prima opera in prosa, accostata a versi poetici, della scrittrice Alda Merini. Il libro, pubblicato nel 1986 dall’editore Scheiwiller, è scritto sotto forma di diario e ripercorre il suo ricovero decennale in manicomio. L’autrice è considerata una delle scrittrici più significative della letteratura italiana. Una poetessa controcorrente, anticonformista e contro ogni forma di ipocrisia. La vita Alda Giuseppina Angela Merini nasce a Milano il 21 Marzo 1931 da padre assicuratore e madre casalinga. Il padre la incoraggia allo studio della lettura fin… Continua a leggere

Didone e altre ombre. Le morti violente nell’Eneide di Virgilio | Pubblicato il primo volume della sezione “Literary Criticism” (Il Sileno Edizioni)

Inaugurata la sezione “Literary Criticism” de Il Sileno · Edizioni con il volume monografico scritto dalla studiosa lametina Giulia De Sensi. L’e-book, dal titolo “Didone e altre Ombre. Le morti violente nell’Eneide di Virgilio: uno studio focalizzato sul verso 689 del IV Canto”, si propone di offrire un’interpretazione innovativa, sulla base di conoscenze medico-scientifiche, di un verso ad esegesi incerta, uno dei più dibattuti dalla critica virgiliana, posto al centro geometrico dell’agonia di Didone, nel IV Canto dell’Eneide. L’e-book è scaricabile liberamente da questo link: https://www.ilsileno.it/edizioni/ebooks/ Progetto grafico a cura… Continua a leggere

Narciso e Boccadoro: lo sguardo del giorno e l’odore della notte

“Tu sei un artista, io un pensatore. Tu dormi sul petto della madre, io veglio nel deserto. A me splende il sole, a te la luna e le stelle”. Questo è il segreto che Narciso rivela a Boccadoro nel celebre romanzo di Herman Hesse, pubblicato nel 1930, e che da questi due personaggi prende il nome. La storia si snocciola in una struttura circolare, che nasce in un Medioevo irreale di un monastero tedesco e che, in esso stesso, dopo una serie di vicende e cambiamenti di luoghi, muore. Il… Continua a leggere

#iorestoacasa | Dieci libri da leggere durante la quarantena

I consigli di lettura non mi hanno entusiasmato. Fatalista in tutte le declinazioni, ho sempre considerato i libri a portata di vista e di cuore doni del destino. Ho sempre acquistato seguendo l’istinto; lasciandomi colpire da una frase, da una coincidenza, da un sogno. Ogni libro, così, ha dato risposte; è stato assillato e accolto come un presagio, come il consiglio di un saggio. Sono fortemente convinta che sia l’anima a dover tracciare i suoi itinerari di lettura e così camminare, non il contrario. L’elenco dei libri che troverete qui… Continua a leggere