L’ENTUSIASMO DELLA LUCE | Rubrica “L’emergente”

Abbandonando il grigiore delle case, lo sguardo insegue quell’ideale via di fuga tra il verde lussureggiante della collina e la stordente bellezza d’una vasta azzurrità. Colmando, nel profondo, il suo costante bisogno di ampiezze. Così pensai; entusiasmato e coinvolto dalla luce emanata da questa foto Solarità mitigata da un velo d’ombre lievi. Una serenità diffusa. La creazione artistica, anche nella fotografia, sta nella raffinata capacità d’infuocarti la fantasia così da renderti un viaggiatore immobile. E ciò, in Cersosimo, si rende binario che sempre, partendo dall’originaria Mormanno, si snoda – irrefrenabile!… Continua a leggere

Rubrica l’Emergente | UNA DONNA AUTENTICA

L’amore per l’arte e per la vita – questo teatro d’ombre, incontri, maschere e volti, sterili pantomimiche e preziose verità – è una via in cui ci si conduce a slanci d’entusiasmo e caute scelte. Brucianti di ferite e d’inattese gioie. Vitali come onde di mare feconde. Magnetici ed aspiranti. Un tramonto e un sogno alla volta. Inseguito e condiviso. In stordente equilibrio, da funamboli, tra la completezza e il vuoto. “Tu lasciami guardare dietro le velate apparenze quali colori nascondi e poi mettiti a cantare una canzone antica per farmi… Continua a leggere

PHOTOPOET | L’estro creativo di Sarah Stefanutti

Non esiste una definizione univoca per la Poesia né, tanto meno, per la Fotografia. Esiste, incontrovertibilmente, la dilagante sensazione di benessere che, entrambe, regalano una volta scoperte. Così, il lavoro artistico di Sarah Stefanutti – photopoet fiorentina – ben conferma quanto premesso. «Animata da una profonda curiosità per le diversità culturali, l’Arte continua a spingermi a vivere tra l’Europa e il resto del mondo, rendendo il viaggio l’humus ideale da cui nasce il mio linguaggio fotografico alimentando, di fatto, un variegato immaginario poetico». “Siamo qui ed ora affamati d’immagini, cercatori di… Continua a leggere

Una intimità che si apre al mondo. Gli Haiku di Francesco Vitale

Continua il nostro viaggio di conoscenza tra artisti di diverso genere e autori emergenti. Questo mese faremo la conoscenza di un giovane e talenutoso poeta Haiku: Francesco Vitale. Calabrese di origini, consegue la laurea triennale all’Università della Calabria in Comunicazione e Dams con una tesi che parla proprio di questa forma poetica della letteratura giapponese, dal titolo “L’Immaginie-Haiku; Kiarostami tra poesia,fotografia e cinema”. Ed è durante il periodo di stesura della tesi triennale che nasce la sua passione nei confronti degli Haiku. I suoi riferimenti sono il giapponese Matsuo Bashō… Continua a leggere

ATTIMI DI LUCE ESSENZIALE

Da dove nasce la genuina meraviglia, il viaggio nell’ordinario per incontrarsi in altri occhi e sentirsi appartenere, nasce la poesia di Barbara Astore: un cosmo delicato e molteplice; un abbraccio che ti giunge improvviso e lascia grati e quieti. “Seguo sognante il gabbiano in volo – ferma a riva” Nei suoi haiku, «questa formula magica con la quale esprimo la vita» >, la poetessa milanese tratteggia un orizzonte sotto cui s’animano respiri, luci e silenzi. Segni e linguaggi di un’esistenza che viene a coinvolgerci – a volte nitida ed illuminante,… Continua a leggere

Una parola randagia | L’emergente

Madica Sarda nasce a Rivoli, un comune in provincia di Torino, nel 1978. Dopo gli studi come corrispondente in lingue estere, si dedica alle sue grandi passioni: la scrittura e la fotografia. Come autrice indipendente pubblica, nel marzo del 2019, “Quattromani”: breve raccolta di versi e pensieri d’amore disponibile in versione stampa ed eBook. “Vorrei che al mattino t’incantassi con me nelle luci e nelle ombre di gennaio che giocano a baciarsi sui muri. E diventare ombra e guardarti diventare luce” Schiuderlo, un libro di poesie, l’ho sempre inteso come un invito ad immergersi nel mare intimo del suo autore; un periplo tra felicità e mancanze, un riconoscersi… Continua a leggere

Luigi Spartaco Iusi: il fotografo dell’abbandono

La Calabria, terra amara ma bellissima e ricca di storia, nasconde nel profondo del suo ventre un numero cospicuo di talenti sconosciuti: musicisti, artisti dediti alla pittura o scultura, scrittori, poeti e fotografi. È in questo ultimo mondo che andremo ora ad inoltrarci. Esistono diversi mondi riguardanti la fotografia: può essere paesaggistica o ritrattistica, in bianco e nero o a colori, ma sta prendendo sempre più piede nella nostra realtà italiana, anche se in ritardo rispetto ad altri stati, la fotografia “Urbex”, ossia un fantastico modo di riscoprire il nostro… Continua a leggere

HAIKU | Un artigiano del verso

Fare poesia, oggi, è ancora possibile: come incontenibile urgenza; come coinvolgimento inarrestabile di vite in divenire. Acquisendo voce emergente e sguardo più acuto, è costringere il silenzio in sé stessi a raccontarsi per mettersi in cammino: oltre quella invincibile solitudine di cui siamo costituiti; al di là della carne e del sangue. Fare poesia, oggi, per Angelo Ditria è semplicità di parola; essenza che svela, ad ognuno, la grazia e la complessità del quotidiano: Nei miei haiku fermo immagini del mondo che mi porto dentro: rendo tangibile l’inespresso e l’invisibile;… Continua a leggere

Mini decalogo dell’haiku: peculiarità e variazioni

Per fornire al nostro lettore un quadro d’insieme, quanto più esaustivo possibile, si elencano di seguito, per parole chiave, gli elementi fondanti e annotazioni circa le nuove tendenze compositive dello haiku: Kigo, kidai, piccolo kigo: termine stagionale (kigo), tema stagionale (kidai). Ovvero, ciò che contestualizza in maniera esplicita o indiretta il periodo dell’anno in cui l’haiku viene composto. In Giappone esiste il saijiki(ampia raccolta di kigo classificati secondo le quattro stagioni) da cui poter attingere. Deve essere ben chiaro, però, che la necessità di indicare il ciclo temporale all’interno dell’haiku vada… Continua a leggere