Il Festival di Sanremo ai tempi del Coronavirus

«Sono trentaquattro anni che seguo Sanremo!!!» «Cosa? Ma se ne hai giusto trentaquattro di anni» «Appunto, la responsabilità è tutta di mia, madre» «Ed è motivo di vanto? Ho pena per te» «Una dolce pena tutto sommato» «Ma Sanremo è trash, decadenza pura» «Sanremo è sempre Sanremo e nemmeno il coronavirus può fermarlo»   È trascorso un mese ma in giro si respira ancora aria sanremese nonostante la “coronavirusfobia”. Da piccola, pensate, ero reticente agli sciroppi e alla suppostina di tachipirina, ma mia madre (sempre lei) mi distraeva coi dischi… Continua a leggere

Ouverture 1812: facciamo il botto con le polveri pesanti

“Sia fatta la luce, disse la voce dell’Onnipotente il primo giorno. E luce avrebbero voluto creare tramite dinamite e libertà”   Il 5 novembre del 1605 avrebbe dovuto essere il grande giorno: la Camera dei Lord sarebbe dovuta esplodere sotto il fuoco di trentasei barili di polvere da sparo. Questo non avverrà mai!!! Dei congiurati (Robert Catesby, Guy Fawkes, Tom Wintour, Jack Wright e Thomas Percy), Guy Fawkes verrà trovato in possesso di quei barili, la notte del 4 novembre; arrestato, torturato per due giorni, crollerà il 7 novembre, rivelando l’identità… Continua a leggere