Amida e i Fujiwara: Storia e Arte Buddhista nel periodo Heian | Seconda parte

Agli inizi del X secolo assistiamo all’emergere del grande casato dei Fujiwara, una potente famiglia che ebbe una grande influenza all’interno della corte grazie al sistema dei matrimoni. Suggellando le nozze con un membro della famiglia imperiale si assicurarono un influsso dominante a corte per più di un secolo occupandosi di affari di stato ma anche di questioni estetiche. ll tardo periodo Heian quindi è anche definito “Periodo Fujiwara” (894-1185) per via del grande ruolo che questa grande famiglia rivestì nello sviluppo di un rinnovato gusto estetico in Giappone. A partire… Continua a leggere

STAY STRONG FESTIVAL: l’appuntamento con l’arte che lega e ci riscopre più uniti un festival che, in tempo di distanziamento sociale, unirà moltissime città lo stesso giorno

Milano, 11 Maggio 2020 – A Marzo 2021 si terrà Stay Strong Festival, un festival nato con l’intento di promuovere la musica dal basso. Grazie alla crescente consapevolezza dell’emergenza che stiamo vivendo e alle persone che hanno aderito all’iniziativa, abbiamo deciso di abbracciare nuove idee e proposte: infatti, non sarà solo la musica a farla da padrona, ma ogni forma di espressione artistica. Performance di danza e teatro, poesia, musica, dj set, visual art, mostre e dibattiti. L’obiettivo di Stay Strong Festival è quello di essere un grande contenitore in… Continua a leggere

La Giornata Internazionale dei Musei 2020: diversità e inclusione

Il 18 Maggio si celebra la Giornata Internazionale dei Musei (International Museum Day, IMD). Si tratta di un’iniziativa istituita nel 1977 dall’ICOM (International Council of Museums), l’organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali, che si tiene ogni anno in tutto il mondo ed è dedicata, di volta in volta, ad un tema diverso; i musei aderenti, organizzano attività di vario tipo legate alla tematica in questione, con l’intento di promuovere la consapevolezza dell’importanza degli istituti culturali e dei musei nell’ambito della società. Il tema scelto per l’edizione 2020 è… Continua a leggere

QuarantenArt: una finestra aperta… al di qua dello schermo

Chi l’avrebbe detto che questo periodo che stiamo vivendo si sarebbe rivelato un’occasione per riscoprire l’arte? Ebbene, come già avrete visto sui social, sono spuntati innumerevoli contenuti multimediali ad opera di utenti con l’intenzione di “rivisitare” e proporre una personale interpretazione dei capolavori dell’arte. L’iniziativa, o meglio, la challenge proposta il 25 marzo su Twitter dal Getty Museum di Los Angeles è diventata virale in un batter d’occhio facendo sì che esplodesse la fantasia degli “artisti” ingabbiati dalla quarantena. Si sa, i social hanno accorciato le distanze, ma accorciare non significa annullare,… Continua a leggere

Un sogno chiamato Vicino Oriente: da Lawrence d’Arabia ad Agatha Christie

Immaginate di attraversare con me il cuore del deserto levantino, crocevia di popoli che dal Mediterraneo alle antiche terre della Mezzaluna Fertile viaggiavano lungo le vie della seta, delle spezie e dell’incenso. Tra un caravanserraglio e una moderna pompa di benzina, tra cammelli al pascolo e sprazzi improvvisi di verde, vedremmo sfilare all’orizzonte anonime quanto misteriose colline di terra, i “tell”, parola che in arabo significa appunto “collina”. Pochi riuscirebbero immaginare che al loro interno, proprio come nell’antro di Ali Baba, siano custoditi autentici tesori dell’umanità, addirittura alcune tra le… Continua a leggere

CondiVisioni | L’arte dei tableaux vivants. Luigi Ontani e il kitsch che diventa sublime

Post tratto dal blog  “Un altro blog che non leggerà nessuno” di Valerio Vitale   « 8 aprile 2020 | Tenere un blog aperto in questi giorni è diventata cosa difficile. Dopo l’euforia dei primi quindici giorni, non so cosa sia successo… Probabilmente, quella che doveva essere una settimana di relax è diventato un mese di inferno. Lontani da tutto e da tutti, l’unico contatto con il mondo esterno è dato dai social network. I cari vecchi social, luogo di ingegno e di tuttologia. Tra una lite e l’altra, teorie… Continua a leggere

Luigi Spartaco Iusi: il fotografo dell’abbandono

La Calabria, terra amara ma bellissima e ricca di storia, nasconde nel profondo del suo ventre un numero cospicuo di talenti sconosciuti: musicisti, artisti dediti alla pittura o scultura, scrittori, poeti e fotografi. È in questo ultimo mondo che andremo ora ad inoltrarci. Esistono diversi mondi riguardanti la fotografia: può essere paesaggistica o ritrattistica, in bianco e nero o a colori, ma sta prendendo sempre più piede nella nostra realtà italiana, anche se in ritardo rispetto ad altri stati, la fotografia “Urbex”, ossia un fantastico modo di riscoprire il nostro… Continua a leggere

CondiVisioni | “Chissà se un secolo fa pensavano la stessa cosa di Duchamp”

Post parzialmente tratto dal blog “Un altro blog che non interessa a nessuno” di Valerio Vitale (https://aunaltroblogchenonleggeranessuno.tumblr.com/) 12 marzo 2020 | « Quella di cui voglio parlarvi oggi è la storia che più mi ha stravolto da studente e che ha fatto si che dedicassi il mio intero percorso di studi alla storia dell’arte. Figura assolutamente affascinante e poliedrica, il nostro Marchel (Duchamp – ndr) ha lasciato una produzione immensa, spaziando tra pittura (nelle correnti del cubismo e fauvismo), scultura, fu animatore del dadaismo e del surrealismo e ideò la tanto… Continua a leggere

CondiVisioni | “Manteniamo le distanze, ma analizziamo la pittura di genere”

Post tratto dal blog “Un altro blog che non interessa a nessuno” di Valerio Vitale (https://aunaltroblogchenonleggeranessuno.tumblr.com/) 11 marzo 2020 | « In questo secondo giorno di drastica chiusura a casa (Dpcm 9 marzo 2020 – ndr) non posso fare a meno di pensare al’aspetto che più di ogni altro manca nel nostro quotidiano. Eh già, lo spirito di convivialità manca proprio a tutti!! io per primo vorrei tanto uscire, prendere un caffè, bere una birra insieme agli amici, fumare una sigaretta in compagnia e, soprattutto, litigare con qualcuno. Si, le… Continua a leggere

Mikkyō: Storia e Arte Buddhista esoterica nel periodo Heian | Prima parte

Ci troviamo nella città di Nara (all’epoca chiamata Heijō-kyō), sede della corte imperiale e roccaforte del Buddhismo a partire dall’anno 710 d.C. L’attività di incentivazione del buddhismo portata avanti dall’Imperatore Shomu, grande devoto di questa religione, aveva fatto sì che il clero buddhista presente nella capitale acquistasse col tempo sempre più potere. L’imperatore infatti fu il fautore di un progetto che prevedeva la costruzione di un tempio centrale nella capitale (ovvero il tempio Todaiji) e numerosi monasteri o piccoli templi sparsi per il paese chiamati Kokubunji. Il progetto era mirato al… Continua a leggere