L’INNOVATIVA PROPOSTA DELL’UNICAL: Un incontro tra Medicina e Ingegneria

L’assistenza sanitaria a distanza, l’utilizzo della tecnologia per il rinnovamento delle modalità di lavoro e nel proseguo dell’istruzione. Sono tanti i cambiamenti richiesti in questo periodo, in cui l’individuo vede limitata la propria libertà individuale ma la società continua a rinnovare se stessa per superare il buio indotto dal “nemico invisibile”.

Università della Calabria. Ph. Sara Tomaselli

Secondo quanto detto, un passo molto importante è rappresentato dalla scelta dell’Università della Calabria di aggiungere un nuovo Corso di Laurea che prevede il rilascio congiunto di un doppio titolo di studio: la Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia e quella triennale in Ingegneria informatica, curriculum Bioinformatico. Si tratta, quindi, di un corso che unisce le competenze dell’area medica alle abilità ingegneristiche ed informatiche, in modo che i medici possano rispondere prontamente a sfide del futuro che imponga loro l’utilizzo di tali abilità, soprattutto affinché ciò sia possibile, l’Università della Calabria si pone in collaborazione con l’Università Magna Graecia di Catanzaro per la formazione di una nuova generazione di medici, pronti ad intervenire per il bisogno di una società in continuo cambiamento, con piani di intervento personalizzati e nuovi sviluppi in campo sanitario.

UNICAL – Ph. Sara Tomaselli

É un progetto, quindi, che pone la Calabria al pari della MEDTEC School dell’Humanitas e del Politecnico di Milano e la Medicina HT dell’Università Sapienza di Roma, unici istituti ad avere medesimi obiettivi formativi nel campo sanitario – tecnologico.

UNICAL – Ph. Sara Tomaselli

La proposta di questo percorso è stata presentata il 10 Dicembre 2020 dai rettori Nicola Leone (UNICAL) e Giovanbattista De Sarro (UMG) durante un incontro moderato dal prof.re Vincenzo Pezzi dell’Univesità della Calabria, al quale hanno partecipato i rappresentanti degli Ordini professionali dei medici, degli infermieri e degli ingegneri, delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, della Federazione italiana dei medici di medicina generale, dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, di enti e associazioni di categoria, del terzo settore e i rappresentanti degli studenti. Da questo incontro è emersa l’importanza del percorso formativo proposto, supportata dall’eccellente collaborazione di due Atenei calabresi che da anni hanno mostrato un concreto impegno nella ricerca e nell’applicazione di soluzioni innovative per il territorio e l’alta formazione.

UNICAL – Ph. Sara Tomaselli

A confermare l’ottima scelta perpetuata, ll Coruc, il comitato regionale di coordinamento delle università calabresi, ha dato il via libera all’unanimità all’attivazione dell’innovativo corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Tecnologie digitali, proposto dall’Unical e dall’Università Magna Graecia di Catanzaro, con l’obiettivo di formare le nuove generazioni di medici nel campo dell’intelligenza artificiale, Robotica, Data science, Ingegneria bioinformatica, Data mining da applicare per la prevenzione, la diagnostica, la chirurgia e l’oncologia di precisione, la riabilitazione, lo sviluppo di farmaci.

In definitiva, si tratta della scelta di credere ancora una volta nelle risorse della terra calabrese, una terra che merita il miglioramento della sua situazione sanitaria.

Patrizia De Luca

 

Fonte: www.unical.it

 

Informazioni su Patrizia De Luca

Dopo il raggiungimento del diploma scientifico, ha conseguito la Laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, con tesi sperimentale in biologia cellulare, e l'abilitazione all'esercizio della professione di farmacista. Inoltre, ha conseguito il master di II livello in Economia e gestione dei servizi sanitari presso l'Università di Roma "La Sapienza". Grazie alla passione per la docenza, si occupa di tutoraggio presso centri studi e doposcuola privati ed è discente al Dipartimento di Didattica della Musica presso il Conservatorio Stanislao Giacomantonio di Cosenza.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.