Chi Siamo

“Il Sileno Onlus”, Rivista di studi umanistici iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Cosenza al n. 2/09 del 30 marzo 2009 – ISSN 2279-7157 – CINECA – Servizio Gestione Riviste – Codice Rivista: E215247.
Direttore responsabile: Francesco De Pascale

Sede principale della redazione: c/o Università della Calabria, cubo 20b piano terra, Ponte Pietro Bucci – 87036 Rende (CS), Italia.

L’Associazione “Il Sileno”, editrice della rivista “Il Sileno Onlus” nasce nel 2005 dall’idea di alcuni ex studenti prevalentemente iscritti all’ex Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria (UniCal), che oggi svolgono attività di ricerca in Italia e all’Estero.

Il concetto di Sileno è stato introdotto da Platone nel “Simposio”, ed è stato utilizzato da luminari come Pico, Erasmo da Rotterdam, Rabelais, Ronsard, Tasso, Bruno e ripreso nella contemporaneità da Nuccio Ordine.

Alcibiade, intervenuto al simposio filosofico in onore di Agatone, in preda all’ebbrezza, dichiara il suo amore intellettuale per Socrate, definendolo un “Sileno”:

«Si potrebbero dire, senza dubbio, molte altre cose per lodare Socrate e tutte da far meraviglia, ma mentre per ogni altro atteggiamento nella vita tali cose si potrebbero dire anche di altri, il fatto di non essere egli simile a nessuno degli uomini, né degli antichi, né di quelli di adesso, questa è cosa degna di ogni meraviglia. […] Ma come è fatto quest’uomo, quanto a stranezza, lui e i suoi discorsi, neppure cercando si potrebbe trovare uno che gli si avvicini né tra gli uomini d’ora, né tra quelli di un tempo, a meno di metterlo a confronto con quelli che dico io, cioè non con un uomo, ma con i sileni e i satiri, lui e i suoi discorsi».

I Sileni sono quelle statuette dell’antica Grecia che appaiono ridicole all’esterno, ma al loro interno nascondono un’immagine divina.

Così si espresse Giordano Bruno nello “Spaccio de la Bestia Trionfante”:

«Cossì dumque lasciaremo la moltitudine ridersi, scherzare, burlare e vagheggiarsi su la superficie de mimici, comici et istrionici Sileni, sotto gli quali sta ricoperto, ascoso e sicuro il tesoro della bontade e veritade: come per il contrario si trovano più che molti, che sotto il severo ciglio, volto sommesso, prolissa barba, e toga maestrale e grave, studiosamente a danno universale conchiudeno l’ignoranza non men vile che boriosa, e non manco perniciosa che celebrata ribaldaria».

Dietro i comici Sileni si potrebbe nascondere il “tesoro della bontade e veritade”; allo stesso modo, dietro un volto “sommesso” e una toga “maestrale e grave”, potrebbe nascondersi l’ignoranza “non men vile che boriosa”: i cosiddetti “Sileni rovesciati” di cui parlò anche Erasmo ne “I Sileni di Alcibiade”.

L’Associazione Culturale “Il Sileno” edita una sezione specialistica online denominata “Filosofi(e)Semiotiche”, che ospita saggi di Filosofia del Linguaggio e Semiotica generale e specifiche. La qualità scientifica degli articoli è garantita da una procedura anonima di referaggio “doppio cieco” (double blind peer review). I contributi potranno essere volontari o su invito. Per questi ultimi, scritti da studiosi di elevata competenza, non avrà luogo il referaggio e verranno indicati come Invited articles. La sezione, infatti, ha un Comitato Scientifico coordinato dal Prof. Giorgio Lo Feudo, professore aggregato di Filosofia del Linguaggio.
Filosofi(e)Semiotiche pubblica due numeri l’anno, raccolti in un volume