Le proposte di abstract dovranno pervenire entro il 30 novembre per il numero di Aprile/Maggio ed entro il 31 luglio per il numero di Novembre/Dicembre. Gli autori interessati devono presentare le loro proposte (max 1000 parole), illustrando l’argomento principale e gli obiettivi dell’articolo. Le proposte (Word o PDF) devono essere inviate via mail al seguente indirizzo: stratigrafiedelpaesaggio@ilsileno.com.

I contributi, dopo un primo esame da parte del Comitato Editoriale, vengono valutati da due referee anonimi, designati dal Comitato Editoriale, in un processo di double-blind peer review. Sulla base dei giudizi espressi dai referee, la Direzione decide se respingere o accettare il testo o chiederne la revisione all’Autore. Regolarmente vengono pubblicati i nominativi dei referee dei precedenti volumi. Ogni contributo deve essere corredato da un breve abstract (1500 battute, spazi inclusi) nella stessa lingua del contributo e, se diversa, nella madrelingua degli Autori insieme a 5 parole chiave (nella lingua del riassunto). I contributi devono contenere il nome e cognome di ogni Autore, l’affiliazione, i recapiti e-mail e telefonici. I materiali non si restituiscono salvo specifica richiesta.

 

Caratteristiche del Volume

Formato pagina 21×29 cm. Gabbia: doppia colonna (formato massimo immagini a piena pagina, compresa didascalia) 17,5×24,8 cm; singola colonna 8,4×24,8 cm.

A

Immagini

Gli Autori devono assicurare la libera disponibilità del materiale che proviene da Musei, Archivi o da altre pubblicazioni e indicare la provenienza e la fonte in didascalia. Tutte le illustrazioni devono avere una numerazione unica progressiva per ogni tipologia: Fig. (foto, disegni, grafici); Tav. (tavole di reperti), Tab. (tabelle).

Per le immagini, in formato digitale, seguire le seguenti indicazioni:

Foto: file a colori o in scala di grigi; formato tiff o jpeg qualità 12; risoluzione minima 300 dpi alla dimensione di stampa.

Disegni: file a colori o in scala di grigi; formato tiff, jpeg qualità 12; risoluzione minima 400 dpi alla dimensione di stampa.

Disegni al tratto: file bitmap, formato tiff, risoluzione minima 800 dpi alla dimensione di stampa oppure file in scala di grigi, formato tiff o jpeg qualità 12; risoluzione minima 500 dpi alla dimensione di stampa.

Immagini vettoriali: file nel formato originale o pdf (indicare il software usato).

Tabelle: file nel formato originale, indicare il programma usato. L’intero apparato iconografico dovrà essere contenuto in archivio compresso (zip o rar) e inviato separatamente. Le illustrazioni non devono essere inserite nel file di testo. I file dovranno essere nominati in modo da renderli facilmente identificabili; utilizzare la stessa numerazione delle didascalie. Indicare la scala nelle didascalie delle tavole di reperti o inserire una scala metrica. Per le piante inserire una scala metrica nel disegno. Le didascalie devono essere consegnate in un file separato in formato Word compatibile.

 

Testo

Il testo deve essere inviato in formato Word compatibile. Numerare i Titoli dei paragrafi per suddividere la loro struttura gerarchica. Le locuzioni straniere, latine e non di uso comune devono essere in corsivo. Le citazioni di testo devono essere tra virgolette caporali «(alt+174)» (alt+175). Le virgolette singole ‘ ’ si usano per l’uso improprio di locuzioni. Le virgolette doppie “” si usano per le definizioni. Le unità di misura (m, km, g) devono essere inserite dopo il valore numerico e non hanno il punto in fondo. Usare il trattino lungo – (alt+0150) come inizio paragrafo negli elenchi (con spazio dopo) e come segno di interpunzione (con spazio prima e dopo); in tutti gli altri casi usare in trattino corto – (senza spazio né prima né dopo). La numerazione delle note a piè di pagina deve iniziare da 1 ed essere sequenziale per l’intero contributo. Ridurre comunque al minimo le note inserendo nel testo le citazioni secondo il sistema anglosassone (Autore anno, p. 00, Fig. 00). Le note relative alle tabelle devono avere una numerazione a parte, indipendente dalle note del testo (utilizzare le lettere minuscole dell’alfabeto). I riferimenti alle figure nel testo sono in maiuscolo grassetto corsivo (Fig., Tav.). Inserire i maiuscoletti se necessario (per le abbreviazioni bibliografiche all’inglese; nelle citazioni bibliografiche in nota e in bibliografia per i cognomi degli autori citati). Id., Ead. in maiuscoletto. Ibid., supra, infra, et al. in corsivo.

 

Bibliografia

Per riviste o collane in forma abbreviata indicare lo scioglimento. La bibliografia finale, limitata ai titoli citati nel testo, deve essere in ordine alfabetico (fonti storiche edite e non, fonti letterarie e fonti tratte dal web). Quando ci sono più testi dello stesso autore nello stesso anno si ricorre alla lettera alfabetica progressiva vicino al nome dell’autore (Lena 1995a; Lena 1995b). In bibliografia finale, i riferimenti di uno stesso autore, vengono inseriti i testi in ordine temporale ascendente, successivamente i testi dello stesso autore (che compare per primo) seguito da due o tre autori, in ordine alfabetico, e per ultimo con più di quattro autori, con la formula et al. (Lena et al. 2001).

Esempio di Bibliografia

Kottïng W. 1973, Univira in Inschirpten, in C.M.J. Sicking, P. G. van der Nat, J.C.M. van Winden, E. Wan den Boer (a cura di), Romanitas et Christianitas. Studia Iano Hernico Waszink, Amsterdam, pp. 125-206.

La Regina A. 2010, Il guerriero di Capestrano e le iscrizioni paleosabelliche, in L. Franchi Dell’Orto (a cura di), Pinna Vestinorum e il popolo dei Vestini, Roma, pp. 230-273.

La Regina A. 1986, Penna Sant’Andrea. Le stele paleosabelliche, in L. Franchi Dell’Orto (a cura di), Documenti dell’Abruzzo Teramano, II, 1, La Valle del medio e del basso Vomano, Teramo, pp. 167-217.

LightMan M., Zeisel W. 1977, Univira: an example of continuity and change in Roman Society, «Church History», 46, 1, Cambridge, pp. 19-32.

Mastroianni D. 2017, Topografia dell’Abruzzo Teramano. Il territorio di Campli dalla Preistoria al Medioevo. Carta Archeologica d’ItaliaAbruzzo, Roma.

Minieri Riccio C., Parascandolo A. 1968, Fonti della Storia Abruzzese, Supplemento alle Biblioteche storico-topografiche degli Abruzzi, 1884, Forni-Bologna.