Guida per gli Autori e Dichiarazione di Pubblicazione etica e lotta alla Negligenza editoriale

 

1. Guida per gli autori

La Guida per gli autori e la Dichiarazione di Pubblicazione etica e lotta alla Negligenza editoriale supportano gli sforzi congiunti di autori, editori e revisori per produrre un contributo di ricerca scientifica responsabile. Tutti gli autori devono conoscere e tenere a mente la Guida per gli autori e la Dichiarazione di Pubblicazione etica e lotta alla Negligenza editoriale. Le linee guida per la presentazione, la preparazione e il formato dell’articolo o libro sono disponibili sulla pagina web delle Linee guida editoriali: https://www.ilsileno.it/stratigrafiedelpaesaggio/norme-editoriali/

 

1.1 Commissioni o addebiti per gli autori

Non sono richieste commissioni o addebiti per l’elaborazione e la pubblicazione del contributo.

  1. Spese di pubblicazione: nessuna.
  2. Tasse di iscrizione: nessuna.
  3. Stratigrafie del Paesaggio è una rivista sottoposta a peer-review, pubblicata in Open Access e senza fini di lucro.

 

1.2 Politica di revisione

Gli autori sono obbligati, dopo l’invio di tutto il materiale, a partecipare a un processo di double-blind peer review e a seguire gli accordi di pubblicazione. Tutti gli autori hanno l’obbligo di apportare le modifiche richieste e correggere gli errori. Nel caso di richiesta di modifica e correzione, gli autori avranno un limite di tempo stabilito per apportarle. In ogni caso, autori e revisori devono seguire il calendario previsto nella Call for Papers; per i volumi monografici, invece, autori e revisori giungeranno ad una comune comprensione della scadenza (due/tre mesi dalla notifica di revisione), sulla base della natura e della quantità delle modifiche richieste da effettuare.

 

1.3 Copyright, accesso e licenza

La proprietà intellettuale e il diritto d’autore sul contenuto originale di tutti i contributi scientifici rimangono degli autori. Nel confermare la pubblicazione in Open Access dei loro contributi, tutti gli autori accettano la licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International (CC BY-NC-ND 4.0).

 

1.4 Accesso e conservazione dei dati

Agli autori può essere chiesto di fornire i dati della ricerca su cui si basa il loro lavoro per la revisione editoriale e/o per soddisfare i requisiti di open data delle riviste. I dati di ricerca si riferiscono ai risultati di osservazioni o sperimentazioni che convalidano i risultati della ricerca. Gli autori dovrebbero essere pronti a fornire l’accesso del pubblico a tali dati, se possibile. Agli autori e ai ricercatori viene chiesto di rendere anonimi i dati riservati e le informazioni personali in modo che possano essere consultati. Al momento dell’invio, gli autori sono incoraggiati a unire una dichiarazione sui dati al loro manoscritto. Nella dichiarazione, possono identificare i dati che hanno utilizzato nel manoscritto e indicarne la disponibilità, ad esempio in un repository di dati. Gli autori dovrebbero essere disponibili a conservare i risultati della ricerca per un numero ragionevole di anni dopo la pubblicazione.

 

1.5 Archiviazione

Gli autori possono archiviare autonomamente gli articoli pubblicati in archivi istituzionali o tematici riconosciuti nelle loro aree.

Per esempio:

https://hal.archives-ouvertes.fr/hal-02152344/document;

https://www.preventionweb.net/publications/view/63328.

Inoltre, tutti i volumi pubblicati da “Il Sileno Edizioni” sono scaricabili anche dal sito ufficiale dell’editore: https://www.ilsileno.it/edizioni/ebooks/

 

2. Dichiarazione di Pubblicazione etica e lotta alla Negligenza editoriale

La Guida per gli Autori e la Dichiarazione di Pubblicazione etica e lotta alla Negligenza editoriale supportano gli sforzi congiunti di editori, autori, membri del comitato editoriale, del comitato scientifico e dei revisori per produrre un contributo di ricerca scientifica responsabile.

 

2.1 Editori

Gli editori sono gli amministratori delle riviste. Di solito sostituiscono le loro riviste dagli editori precedenti e desiderano sempre mantenere la buona qualità delle stesse. La maggior parte degli editori fornisce la direzione per la rivista e crea un solido team di gestione. Devono considerare e bilanciare gli interessi di molti componenti, inclusi lettori, autori, personale, proprietario, membri del comitato editoriale, inserzionisti e media.

  1. Le decisioni degli editori di accettare o rifiutare un articolo o libro per la pubblicazione dovrebbero essere basate solo sull’importanza, l’originalità e la chiarezza del manoscritto e sulla rilevanza dello studio per la rivista.
  2. Gli studi che mettono in discussione un lavoro precedente pubblicato in una serie di riviste dovrebbero riscuotere un ascolto particolarmente comprensivo.
  3. Gli studi che riportano risultati negativi non dovrebbero essere esclusi.
  4. Tutti gli studi originali dovrebbero essere sottoposti a peer-review prima della pubblicazione, tenendo pienamente conto di possibili pregiudizi dovuti a interessi correlati o contrastanti.

 

2.2 Redazione

I membri della redazione sono nominati dalla redazione della rivista. La redazione cura tutti i rapporti con gli autori durante le fasi di editing e realizzazione dell’opera. I membri hanno la responsabilità morale di supportare i ricercatori nella pubblicazione dei loro lavori.

 

2.3 Comitato Scientifico Internazionale

Il Comitato Scientifico della rivista Stratigrafie del Paesaggio è responsabile del corretto svolgimento del sistema della rivista e garantisce il livello di qualità scientifica della stessa. Si consiglia ai membri del comitato scientifico di verificare la propria disponibilità per la revisione, in qualità di editori, controllando il proprio programma. I membri del comitato scientifico di Stratigrafie del Paesaggio dovrebbero, senza dubbio, aderire alla politica di pubblicazione del sistema della rivista.

 

2.4 Pubblicazione responsabile della ricerca: responsabilità degli autori

La ricerca riportata nell’articolo o libro deve essere condotta in modo etico e responsabile e deve essere conforme a tutta la legislazione pertinente. Gli autori devono essere consapevoli e astenersi dal prendere parte a comportamenti scientifici scorretti e violare l’etica dell’editoria. Di seguito è riportato un elenco delle migliori pratiche etiche e dei tipi comuni di cattiva condotta (Responsible Research Publication: International Standards for Authors.), così come stabilito dalla COPE.

  1. Gli autori dovrebbero presentare i loro risultati in modo chiaro, onesto e senza fabbricazione, falsificazione o manipolazione dei dati inappropriata. Gli autori garantiscono l’originalità del loro materiale.
  2. Gli autori dovrebbero sforzarsi di descrivere i loro metodi in modo chiaro e inequivocabile in modo che i loro risultati possano essere confermati da altri.
  3. Gli autori dovrebbero fornire la paternità e il riconoscimento appropriati. Gli autori devono astenersi dal travisare deliberatamente la relazione di uno scienziato con il lavoro pubblicato. Tutti gli autori devono aver contribuito in modo significativo alla ricerca. Coloro che hanno dato contributi meno sostanziali alla ricerca o alla pubblicazione possono essere riconosciuti, ma non dovrebbero essere identificati come autori.
  4. Gli autori devono comunicare alla rivista quando esiste un conflitto di interessi, diretto o indiretto, con editori o membri del comitato editoriale o del comitato scientifico internazionale.
  5. Tutti gli autori devono presentare un elenco di referenze e supporto finanziario se richiesto dalla redazione. Tutte le fonti di finanziamento della ricerca, compreso il sostegno finanziario diretto e indiretto, dovrebbero essere rese note.
  6. Nessuna parte significativa del contributo proposto deve essere stato precedentemente pubblicato né come articolo né come libro, o essere in esame per la pubblicazione presso altra rivista.
  7. Se gli autori intendono riprodurre il loro articolo o libro in altre pubblicazioni o per qualsiasi altro scopo e con qualsiasi mezzo, devono ottenere l’autorizzazione scritta della redazione.
  8. Gli autori devono astenersi dall’impegnarsi nella “salami publication“, ovvero la segmentazione della ricerca che trasformerebbe un articolo significativo in diversi articoli.
  9. Gli autori sono obbligati, a seguito dell’intero materiale inviato, a partecipare a un processo di double-blind peer review e a seguire gli accordi di pubblicazione.

 

2.5 Pubblicazione responsabile della ricerca: responsabilità degli editori

2.5.1. Decisione sulla pubblicazione

La rivista utilizza un processo di double-blind review. Tutti i contributi saranno inizialmente valutati dall’editore. L’editore è l’unico e autonomo responsabile della selezione, elaborazione e decisione delle proposte di contributo inviate che soddisfano gli obiettivi editoriali e che potrebbero, quindi, essere pubblicate. Ogni proposta di articolo o libro ritenuta idonea viene inviata a due/tre revisori indipendenti esperti nel proprio campo e in grado di valutare le qualità specifiche del lavoro. L’editore è responsabile della decisione finale in merito all’accettazione o al rifiuto dell’articolo o del libro. Per la rivista, la prima selezione viene effettuata con gli abstract ricevuti per ogni Call for Papers. La seconda selezione viene effettuata dopo aver ricevuto gli articoli completi. Ogni articolo, senza alcun riferimento ai nomi degli autori, quindi anonimo, viene inviato a due revisori indipendenti. Se le opinioni dei due revisori sono contrastanti, verrà contattato un terzo revisore. La decisione finale spetta all’editore interessato. La decisione di pubblicare un articolo o un libro sarà sempre misurata in base alla sua importanza per ricercatori, professionisti e potenziali lettori. Gli editori dovrebbero prendere decisioni imparziali indipendenti da considerazioni commerciali. Le decisioni e le azioni dell’editore sono limitate da requisiti etici e legali come la propria Dichiarazione di Pubblicazione etica e lotta alla Negligenza editoriale e tutta la legislazione pertinente. Gli editori che prendono le decisioni finali sulle opere dovrebbero ritirarsi dalle decisioni editoriali se hanno conflitti di interesse o relazioni che pongono potenziali problemi riguardo alle opere in esame. La responsabilità della decisione finale sulla pubblicazione sarà attribuita a un editore che non abbia conflitti di interesse.

2.5.2 Conflitto di interessi

Il caporedattore, i membri del comitato di redazione e del comitato scientifico, nonché i revisori devono ritirare, in ogni caso, il conflitto di interessi riguardante uno o più autori, o il contenuto di un manoscritto da valutare. La rivista Stratigrafie del Paesaggio eviterà ogni conflitto di interessi tra autori, revisori e membri del comitato editoriale e del comitato scientifico internazionale.

2.5.3 Revisione tra pari

Ogni articolo o libro presentato è di responsabilità del Direttore, dei Redattori associati o di un membro del comitato di redazione, che si impegna a farlo valutare da due/tre coetanei esperti del settore e che lo valutano in forma anonima. I manoscritti revisionati sono trattati in modo confidenziale dai membri del comitato editoriale, dai membri del comitato scientifico internazionale e dai revisori.

2.5.4 Identificazione e prevenzione di comportamenti scorretti

In nessun caso la rivista, i membri del comitato editoriale e del comitato scientifico internazionale incoraggeranno comportamenti scorretti di qualsiasi tipo o consentiranno consapevolmente che tali comportamenti scorretti abbiano luogo. I membri del comitato editoriale e del comitato scientifico internazionale cercheranno di prevenire comportamenti scorretti informando autori e revisori sulla condotta etica loro richiesta. Ai membri del comitato editoriale, del comitato scientifico e dei revisori viene chiesto di essere a conoscenza di tutti i tipi di cattiva condotta al fine di identificare i manoscritti in cui si è verificata o sembra essersi verificata una cattiva condotta di ricerca di qualsiasi tipo e trattare le accuse di conseguenza.

2.5.5 Linee guida in caso di ritiro o correzione

Responsabilità degli editori. In caso di cattiva condotta, l’editore della rivista è responsabile della risoluzione del problema. Può lavorare in collaborazione con altri co-editori, editori di libri, membri del comitato editoriale e del comitato scientifico, revisori paritetici ed esperti del settore.

Documentazione. Il problema verrà documentato di conseguenza. Tutte le domande fattuali dovrebbero essere documentate: chi, cosa, quando, dove, perché. Tutti i documenti pertinenti dovrebbero essere conservati, in particolare gli articoli interessati.

Dovuto processi per gli autori. L’editore della rivista contatterà l’autore o la pubblicazione coinvolta, l’autore che presenta a Stratigrafie del Paesaggio o un’altra pubblicazione o autore. L’autore ha quindi la possibilità di rispondere o commentare il reclamo, l’accusa o la controversia.

Correzioni appropriate. Nel caso in cui si sia verificata o sembra essersi verificata una cattiva condotta, o in caso di necessarie correzioni, la redazione si occupa dei diversi casi seguendo le opportune raccomandazioni COPE. Sarà prestata grande attenzione per distinguere i casi di onesto errore umano dall’intento deliberato di frode. La COPE afferma che: Gli editori delle riviste dovrebbero considerare di ritirare una pubblicazione se hanno prove chiare che i risultati sono inaffidabili, sia come risultato di cattiva condotta (ad esempio, fabbricazione di dati) o errore onesto (ad esempio, errore di calcolo o errore sperimentale). La ritrattazione è appropriata anche in caso di pubblicazione ridondante, plagio e ricerca non etica.

Gli editori delle riviste dovrebbero considerare di esprimere preoccupazione se:

  1. Hanno motivo di credere che ci sia stata una cattiva condotta di ricerca o pubblicazione da parte degli autori, ma non hanno prove sufficienti.
  2. Ci sono prove che i risultati non sono affidabili, ma l’istituzione degli autori non indagherà sul caso.
  3. Ritengono che un’indagine su una presunta cattiva condotta correlata alla pubblicazione non sia stata, o non sarebbe, equa, imparziale o conclusiva.
  4. E’ in corso un’indagine, ma non sarà disponibile un giudizio per un tempo considerevole. Gli editori di riviste dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di emettere una correzione se una piccola parte di un manoscritto altrimenti affidabile si rivela fuorviante (soprattutto a causa di un errore onesto), o l’elenco degli autori/collaboratori non è corretto (cioè, un autore meritevole è stato omesso o qualcuno che lo fa non soddisfa i criteri di paternità è stato incluso). Fonte: COPE Retraction Guidelines, https://publicationethics.org/files/retraction%20guidelines.pdf Riassumendo, la redazione valuterà la possibilità di ritirare una pubblicazione in caso di cattiva condotta, esprimendo preoccupazione in caso di prove inconcludenti di cattiva condotta; o l’emissione di una richiesta per la correzione di un segmento fuorviante.
  5. La rivista Stratigrafie del Paesaggio ha preso come modello le migliori pratiche etiche che si trovano in COPE’s Responsible Research Publication: International Standards for Editors: https://publicationethics.org/files/International%20standard_editors_for%20website_11_Nov_2011.pdf

2.5.6 Accesso e conservazione dei dati

Ove opportuno, gli editori incoraggiano gli autori a condividere i dati che supportano le pubblicazioni di ricerca. I dati di ricerca si riferiscono ai risultati di osservazioni o sperimentazioni che convalidano i risultati della ricerca. Gli editori incoraggiano gli autori a manifestare la disponibilità dei propri dati in una dichiarazione sui dati allegata all’articolo o libro presentato. Con la dichiarazione dei dati, gli autori possono essere trasparenti sui dati che hanno usato nell’articolo o libro.

 

2.6 Pubblicazione responsabile della ricerca: responsabilità dei revisori

Tutti i revisori devono conoscere e tenere a mente la Guida per gli Autori e la Dichiarazione di Pubblicazione etica e lotta alla Negligenza editoriale. La rivista richiede che i potenziali revisori abbiano competenze scientifiche o significative esperienze lavorative in un campo pertinente. Devono aver condotto ricerche e/o lavoro di recente e aver acquisito competenze riconosciute dai loro colleghi. I potenziali revisori dovrebbero fornire informazioni personali e professionali accurate e che forniscano un’equa rappresentazione della loro esperienza. Allo stesso modo, tutti i revisori devono ritirarsi se sanno di non essere qualificati per valutare un manoscritto, se ritengono che la loro valutazione del materiale non sarà obiettiva o se si rendono conto di essere in conflitto di interessi. I manoscritti revisionati sono trattati in modo confidenziale dai revisori, dai membri del comitato editoriale e del comitato scientifico internazionale. I revisori dovrebbero segnalare un lavoro pubblicato e pertinente al contributo proposto e che non è stato citato nello stesso. Se necessario, l’editore può inviare una richiesta di correzione in tal senso. Ai revisori viene chiesto di identificare i documenti in cui si è verificata o sembra essersi verificata una cattiva condotta nella ricerca e di informare il comitato editoriale, che tratterà ogni caso di conseguenza.

 

2.7 Copyright, originalità dei contenuti, plagio e riproduzione

La proprietà intellettuale e il diritto d’autore sul contenuto originale di tutti i contributi scientifici rimangono degli autori. Gli autori garantiscono l’originalità del loro materiale. Il plagio e le dichiarazioni false o intenzionalmente fuorvianti costituiscono un comportamento in contrasto con l’etica della pubblicazione scientifica; in quanto tali, sono ritenuti inaccettabili. Nessuna parte significativa dell’articolo o del libro deve essere stata precedentemente pubblicata né come articolo né come capitolo, né essere in esame per la pubblicazione altrove. Se gli autori intendono riprodurre il loro manoscritto in altre pubblicazioni o per qualsiasi altro scopo e con qualsiasi mezzo, devono ottenere l’autorizzazione scritta della redazione. La riproduzione di estratti di pubblicazioni è possibile a condizione che gli autori ne citino la fonte e abbiano ottenuto l’esplicito consenso dei titolari dei diritti, autorizzazione che non potrà essere indebitamente negata. Si deve fare riferimento al titolo dell’articolo, alla rivista, all’autore/agli autori, alla data e al luogo di pubblicazione. La rivista si riserva il diritto di applicare i diritti di riproduzione.

 

2.8 Accesso e licenza

I numeri della rivista sono pubblicati in Open Acces. Non ci sono abbonamenti associati o commissioni pay-per-view. Tutto il materiale di Stratigrafie del Paesaggio è reso disponibile secondo i termini della licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International (CC BY-NC-ND 4.0).

 

2.9 Pubblicazioni multiple, ridondanti, simultanee o ripetute

Gli autori non possono presentare un articolo o libro già pubblicato altrove, o un nuovo articolo o libro fondato interamente su lavori già pubblicati. Allo stesso modo, gli autori non devono fare più invii. Inoltre, la rivista si riserva il diritto di pubblicare in-house pubblicazioni e contributi scientifici già pubblicati e ancora rilevanti. La riproduzione completa dei manoscritti della rivista in altre pubblicazioni o per qualsiasi altro scopo e con qualsiasi mezzo richiede l’autorizzazione scritta dell’Editore.

 

2.10 Conflitto di interessi

Cerchiamo di garantire che qualsiasi pubblicazione della rivista Stratigrafie del Paesaggio sia libera da influenze indebite. Gli autori che inviano un articolo o libro alla rivista Stratigrafie del Paesaggio, editori, editori di libri e revisori di pubblicazioni Stratigrafie del Paesaggio, sono tenuti a dichiarare qualsiasi potenziale conflitto di interessi che potrebbe interferire con l’obiettività o l’integrità di una pubblicazione. I conflitti di interesse sono situazioni che potrebbero essere percepite per esercitare un’influenza indebita sulla presentazione, revisione o pubblicazione di un’opera. Questi possono essere di natura finanziaria, non finanziaria, professionale, contrattuale o personale. Ci aspettiamo inoltre che chiunque sospetti un conflitto di interessi non rivelato in merito a un’opera pubblicata o in esame dalla rivista Stratigrafie del Paesaggio dovrebbe informare l’editore pertinente o inviare un’e-mail a stratigrafiedelpaesaggio@ilsileno.it

 

2.11 Politica di riservatezza

I nomi di autori, revisori e collaboratori insieme ai nomi delle loro organizzazioni e affiliazioni istituzionali, che la rivista può registrare nel corso delle sue operazioni, devono rimanere riservati e non devono essere utilizzati per scopi commerciali o pubblici oltre la firma degli articoli o libri pubblicati. Tuttavia, a volte queste informazioni possono essere richieste da enti governativi che concedono sovvenzioni. Durante la trasmissione di queste informazioni deve essere mantenuto l’anonimato della selezione della revisione tra pari. Un elenco dei nomi di autori, revisori e collaboratori e i nomi delle loro organizzazioni e affiliazioni istituzionali deve essere inviato senza collegamenti espliciti tra quelli nominati. La rivista può utilizzare questi elenchi per i propri scopi di sollecitazione di documenti, collaborazione o altri contributi, in particolare tramite e-mail occasionali. Allo stesso modo, segnalerà i problemi imminenti. Chiunque desideri non ricevere più queste e-mail può semplicemente chiedere di essere rimosso dall’elenco.

 

2.12 Proprietà e gestione

L’editore “Il Sileno Edizioni” (www.ilsileno.it) è titolare della rivista Stratigrafie del Paesaggio.

2.13 Pianificazione della pubblicazione

Ogni anno vengono pubblicati due numeri, nei mesi di Marzo/Aprile e Novembre/Dicembre, dopo un iter che dura un anno, a partire dalla diffusione della relativa Call for Papers negli stessi periodi. I volumi  vengono pubblicati senza cadenza, ma dopo aver esaminato le proposte che vengono presentate nel corso dell’anno all’indirizzo e-mail stratigrafiedelpaesaggio@ilsileno.it