“Siamo tutti soggetti ad un unico destino: chi nasce deve morire” (Seneca, Epistola 99).   Così Seneca intendeva la natura umana, come un inevitabile passaggio dalla vita alla morte, inesorabile, proprio come la certezza che questo destino tocchi a tutte le creature. La sua opera più incentrata sul temaContinue Reading

La domanda più frequente che, soprattutto oggigiorno, in molti si pongono è : “a che servono i filosofi? E qual è il loro ruolo nella società?”. Tentando di rispondere a questa insidiosa, quanto utile domanda, coadiuverò le mie opinioni sul tema, con il pensiero di due “grandi” della filosofia: Jean-Francois Revel eContinue Reading

Una delle analisi più impegnative ed interessanti riguardo alla totalità della società capitalistica è, sicuramente, quella fornitaci dal filosofo Karl Marx. Egli, formatosi alla scuola di Hegel e dell’idealismo, apprezzava in particolare l’idea hegeliana secondo cui la storia è frutto di un processo dialettico rifiutando, però, la riduzione del realeContinue Reading

“Figura curiosa ed affascinante di studioso, che ha reagito contro l’idealismo in nome dell’uomo concreto, fatto di sangue e di carne”. Con queste forti parole il teologo W. Hamilton, nel 1966, definiva Ludwing Feuerbach. Leggendo il suo libro più famoso, L’essenza del cristianesimo, capisco che è impossibile dargli torto. FeuerbachContinue Reading

In un’epoca in cui le direzioni si smarriscono, in cui l’esistenza comincia a perdere di significato e la vita sembra poter offrire ben poco, sorge spontanea una riflessione, estremamente attuale, sulla condizione dell’uomo, di cui si occuparono grandi filosofi come Schopenhauer e Kierkegaard. Isolati nel panorama culturale della prima metàContinue Reading

Che cos’è la filosofia? Un soave alito di vento o un violento uragano? Un ragionamento sensato o una blasfema menzogna ben organizzata sulla quale si fondano supposizioni insensate? Molte domande, molti dubbi e quesiti irrisolti l’accompagnano dai secoli dei secoli trascinandola in un circuito vizioso che sembra non aver fineContinue Reading

Il termine estetica trae la sua origine semantica dal corrispettivo sostantivo greco aisthesis (“sentire”), che precisamente indica ciò che noi incontriamo con i sensi, e fu il celebre filosofo Alexander Baumgarten a coniarlo nel 1735. Il termine ha però in età moderna cambiato accezione, e viene spesso scambiato per esteriorità oContinue Reading